Cecchini scolpisce Firenze: ecco a voi la città di marmo!

Per sole 48 ore fino a sabato 23 Ottobre 2010 è stato possibile vedere il Duomo, il Battistero, il Campanile di Giotto e la Torre di Palazzo Vecchio da uno scorcio sensazionale: roba da Rinascimento Rock, come dice l’autore/artista Graziano Cecchini.

Rinascimento Rock by Graziano Cecchini

Vedere questi magnifici monumenti da questo scorcio di cava è tutta un’altra cosa…

Questi blocchi di marmo sono stati portati fino al Piazzale Michelangelo da Carrara. Cecchini insieme ai suoi camionisti, cavatori e industriali di Carrara sono riusciti a regalarci uno panorama a dir poco spettacolare.

Firenze adesso sembra una cartolina, ma tutto ciò non è stato così semplice…sono partiti in piena notte e sono tornati alle sette di mattina con ben 14 tir carichi di 400 tonnellate e dico tonnellate di marmo per un volume totale di 12 metri cubi da disporre di fronte al David “verde”.

Quello che Cecchini e i suoi aiutanti ci hanno regalato è un nuovo skyline e una nuova Stonehenge, che si chiama Rock, ovvero un’installazione pensata come un portale e una acropoli di marmo che riproduce lo spaccato di una cava.

E dopo ben cinque ore di sollevare e posare blocchi di marmo da 25 tonnellate, lo scorcio tridimensionale è finalmente pronto.

Finita la performance sono stati accesi tanti fumogeni bianchi e arancioni, per brindare al nuovo skyline di Firenze e tutto questo in perfetto stile Cecchini ( lo stesso artista che tinse di rosso l’acqua della fontana di Trevi, a Roma).

Cecchini’s Art Performance

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *